Cauzione Provvisoria
Garantisce l'affidabilità di un'offerta in una gara d'appalto
Slider

Cauzione Provvisoria

La “cauzione provvisoria” è richiesta dal Committente detta anche Stazione appaltante ad ogni Impresa che intende partecipare ad una gara d’appalto, e ha lo scopo di garantire al Committente l’impegno dell’Impresa aggiudicataria a sottoscrivere il relativo contratto.

La cauzione provvisoria copre anche il mancato possesso da parte dell’Impresa partecipante dei requisiti tecnico-organizzativi ed economico-finanziari previsti nel bando di gara.

La polizza contiene l’impegno del garante nei confronti dell’Impresa concorrente a rilasciare la garanzia di buona esecuzione in caso di aggiudicazione – c.d. Cauzione Definitiva -.

L’importo della cauzione provvisoria è stabilito nella misura del 2% dell’importo dei lavori a base d’asta.

L’importo della garanzia, e del suo eventuale rinnovo, è ridotto del 50 per cento per gli operatori economici ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO9000.  Si applica la riduzione del 50 per cento, non cumulabile con quella di cui al primo periodo, anche nei confronti delle microimprese, piccole e medie imprese e dei raggruppamenti di operatori economici o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da microimprese, piccole e medie imprese.

Nei contratti relativi a lavori, servizi o forniture, l’importo della garanzia e del suo eventuale rinnovo è ridotto del 30 per cento, anche cumulabile con la riduzione di cui al primo periodo, per gli operatori economici in possesso di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit(EMAS),ai sensi del regolamento(CE) n.1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, o del 20 per cento per gli operatori in possesso di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI ENISO14001.

La validità della cauzione provvisoria deve essere per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta o come previsto dal bando di gara.
La legge a cui fa riferimento è il D.Lgs 50/2016 Art. 93

Per visionare il Codice degli Appalti Clicca qui:

La documentazione da acquisire dopo aver ottenuto l’affidamento è:

– Lettera d’invito o bando di gara integrale;

– Disciplinare di Gara.

 

L’ affidamento

Per ottenere una cauzione provvisoria è necessario essere affidate dalla Compagnia di Assicurazione o Società finanziaria autorizzata al rilascio di cauzioni, infatti dopo aver presentato la documentazione necessaria e valutate le condizione per l’ottenimento del fido la Compagnia o Società finanziaria autorizzata delibera un fido che l’azienda potrà utilizzare solo ed esclusivamente per le richieste di cauzioni provvisorie o definitive. Una volta ottenuto l’affidamento il rilascio della cauzione è presso che immediato fino ad esaurimento del fido stesso assegnato. E’ importante sapere che questa procedura è comune a tutti e senza un fido assegnato non si potrà mai richiedere una cauzione provvisoria alle Compagnie o Società finanziaria autorizzata.

Open chat
1
Benvenuto in Mondocauzioni
Come possiamo aiutarti?
Powered by